Vai a sottomenu e altri contenuti

Nascita - dichiarazione tardiva

La dichiarazione di nascita va fatta:

  • entro 10 giorni dalla nascita se viene resa all'Ufficiale di Stato Civile del Comune di nascita o di residenza
  • entro 3 giorni dalla nascita se viene resa presso la Direzione Sanitaria dell'Ospedale o della Casa di Cura in cui è avvenuta la nascita.

Se la dichiarazione é fatta dopo più di dieci giorni dalla nascita (cioè: oltre il decimo giorno dalla nascita, dall'undicesimo giorno in poi) il dichiarante deve indicare le ragioni del ritardo (art.31 D.P.R. 396/2000, primo comma). In tal caso l'ufficiale dello stato civile procede alla formazione dell'atto di nascita, ma del ritardo e delle giustificazioni portate deve dare informazione al pubblico ministero, il quale accerta se tali giustificazioni siano accettabili o se sussistano elementi per ritenere che la dichiarazione sia in tutto o in parte non veritiera. In sostanza il ritardo nel rendere la dichiarazione costituisce di per sé motivo di sospetto e richiede l'intervento del pubblico ministero per gli opportuni accertamenti.

Se il dichiarante (art.31 .P.R. 396/2000, secondo comma) non produca la documentazione di cui all'art.30, secondo e terzo comma (vedi ), o non esponga le ragioni del ritardo, ''la dichiarazione di nascita può essere ricevuta solo in forza di decreto dato con il procedimento della rettificazione. A tal fine l'ufficiale dello stato civile informa senza indugio il procuratore della Repubblica per il promovimento del relativo giudizio''. In questa ipotesi la dichiarazione di nascita é pur sempre ricevuta dall'ufficiale dello stato civile, ma deve essere preceduta da un procedimento davanti al tribunale che accerti, attraverso l'esperimento di opportune indagini, la legittimità di tale adempimento ed autorizzi (''in forza '') con decreto la formazione dell'atto.

Requisiti

-

Costi

-

Normativa

D.P.R. 396/2000 ''Nuovo ordinamento dello Stato Civile''

Documenti da presentare

Attestazione di nascita

Incaricato

-

Tempi complessivi

-
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto